TOSSINE

TOSSINE ENDOGENE

Le tossine endogene sono prodotte dal metabolismo nella fase metabolica finale (fase del metabolismo in cui le molecole derivanti di nutrimenti vengono convertite in prodotti finali semplici producendo energia).
Queste tossine tendono a raggrupparsi in particolare nelle vicinanze dei vasi sanguigni delle articolazioni, dei legamenti, dei tessuti muscolari delle ghiandole e del cervello. Sono spesso in grado di provocare irritazioni locali, infiammazioni e allergie.
Alimentazione sbagliata:
- assunzione di pochi cibi biodinamici (frutta e verdura)
- errato accostamento dei cibi
- eccesso di zuccheri in particolare zucchero bianco
- eccesso di grassi comeolio, burro, margarina ecc...
- eccesso di proteine animali
- uso sregolato di cereali
- eccesso di latticini di mucca
- uso smoderato di salumi e insaccati


TOSSINE GEOPATICHE

Le perturbazioni energetiche(onde, radiazioni ecc.) possono causare una diminuzione degli scambi tra il nucleo e la membrana cellulare riducendo la differenza di potenziale elettrico della cellula, causandone cosi il malfunzionamento che può generare disfunzioni e malattie. Le tossine geopatiche sono suddivise in due gruppi:
1. Disturbi naturali dell'ambiente: corsi d'acqua sotterranei, falde acquifere, paludi, falde di petrolio, ecc...
2. Disturbi creati dall'uomo: inquinamenti elettici, alte e basse frequenze, schermi informatici, forni microonde, emanazioni chimiche, ecc...


TOSSINE ESOGENE

Le tossine esogene provengono dall'esterno.
- metalli pesanti: mercurio (le amalgama ne contengono il 52%), piombo, argento, nikel , oro, rame, stagno, alluminio (pentole in alluminio)
- stress: laffaticamento generale esagerato conduce facilmente a condizioni pre patologiche e invecchiamento prematuro
- uso di cibi contenenti coloranti, conservanti, pesticidi e ormoni steroidei
- sovralimentazione di zuccheri e grassi
- associazione di cibi errate
- uso indiscriminato di antiacidi, lassativi e antibiotici
- utilizzo di corticosteroidi , estro progestinici
- trasfusioni di sangue: creano anticorpi a livello della gamma globuline(comprendono la quasi totalità degli anticorpi circolanti nel plasma, che assicurano la risposta immunitaria contro agenti patogeni sono dette anche immunoglobuline)alterano il terreno biologico
- vaccini: alterano il terreno biologico
- radioterapia e chemioterapia
- cosmetici attraverso la pelle assorbiamo tutto cio' che applichiamo
- condizioni di affaticamento causate de rumori e vibrazioni


SOVRACCARICHI

Si definiscono sovraccarichi gli scarti metabolici che sono riversati nel sangue e nella linfa e sono di due tipi:

MUCOSI
Con questo termine s'intendono tutte le sostanze di rifiuto di natura colloidale o "colle" che non sono solubili nei liquidi e che vengono espulse dal fegato e dall'intestino. Le sostanze colloidali provengono da un'alimentazione troppo ricca di glucidi e lipidi ( es. pane e pasta raffinati). Queste sostanze provocano un generale rallentamento nella circolazione dei liquidi corporei che più precisamente s'indica con il termine EMOGLIASI quando queste sostanze si accumulano nel sangue provocandone una maggiore vischiosità; quando invece queste sostanze si accumulano nella linfa provocando un rallentamento della linfa provocando un rallentamento della circolazione parliamo di linfiasi.
Quando accumuliamo in eccesso queste sostanze danno origine a malattie bronchiali, sinusite, acne, eczema umido, sovrappeso e cellulite.

ACIDOSI
Viene causata da un eccesso di cristalli:
- Acido ossalitico deriva da un eccesso di zuccheri raffinati e dall'alterazione della flora batterica.
- Acido urico dovuto a un eccessivo consumo di proteine animali
- Acido piruvico che deriva da un eccesso di carboidrati.
Si tratta di scorie solubili espulse dai reni con l'urina e dalle ghiandole sudoripare con il sudore.
Quando si accumulano in eccesso nell'organismo queste sostanze, provocano infiammazioni reumatiche, sciatalgie, calcolosi, dermatiti, infiammazioni del tessuto connettivo, cellulite disturbi del sonno, flatulenza, costipazione, le fibre di collagene si danneggiano, l'efficienza circolatoria diminuisce, aumenta la produzione di cortisolo